Favole per bambini (logo)

"UN ASINO UN PO’ TROPPO AFFETTUOSO"
favola di Jean de La Fontaine

Un asino era molto geloso del trattamento riservato al cagnolino di casa: il padrone lo coccolava, lo teneva ai suoi piedi a tavola per buttargli buoni bocconi, lo vezzeggiava continuamente. “ Eppure è una bestia inutile, mentre il mio lavoro è veramente prezioso! “ si stupiva l’asino. “Per farmi trattare altrettanto bene devo probabilmente far festa al padrone come fa lui “.
La sera stessa, al ritorno del padrone, l’asino gli corse incontro, gli gettò le zampe sulle spalle e, con la sua lingua grande e ruvida, gli leccò il viso; il padrone cadde sotto il peso dell’animale, si sporcò il vestito, si prese una tremenda paura e subito chiamò i servi, adirato: -Prendete questa bestiaccia e riempitela di legnate! A momenti mi ammazzava! -
- Non c’è davvero giustizia! - pensò il povero asino.

(Jean de La Fontaine)

PER PENSARE SULLA FAVOLA:

- Il comportamento dell’uomo che punisce l’asino, colpevole solo di essere troppo affettuoso, appare ingiusto agli occhi dell’animale. Quali sono le caratteristiche relative all’aspetto fisico e al carattere dell’asino e del padrone?
- Puoi citare le parole del testo.
- La morale di questo testo è espressa in forma chiara: ritrovala.

   

Privacy - Pubblicità - Contattaci

Italiano English Deutsch